Scala, Francesco Di Lieto ricorda Bruno Mansi

0
44

Appresi con enorme dispiacere la disavventura capitata al mio caro amico Bruno Mansi alla quale…

Appresi con enorme dispiacere la disavventura capitata al mio caro amico Bruno Mansi alla quale ha fatto seguito, purtroppo, un tragico epilogo, ma per motivi vari, non sono riuscito a dargli l’ultimo saluto e scrivere, prima d’ora, due righe in sua memoria.

Bruno è stato mio compagno di scuola e da allora ne era scaturita una vera amicizia.

Lo ricordo come studente, per la verità non particolarmente brillante, come d’altronde lo ero io, ma era bravissimo inspiegabilmente nella lingua francese per le cui versioni collezionava sempre o quasi il massimo dei voti.

A questo proposito ricordo che circa 5 anni or sono lo trovai. a mia sorpresa, ad Amalfi e mi disse che si era ivi recato per rendere l’ultimo saluto a quel professore che tanto lo aveva gratificato e che purtroppo era passato a miglior vita.

Non tutti sanno che Bruno non era mai stato dipendente della Prefettura di Salerno bensì’ della Presidenza del Consiglio dei Ministri ma, per amore della sua Scala e della famiglia, aveva chiesto ed ottenuto il distacco presso la Prefettura di Salerno per un lungo periodo.

Negli ultimi anni di lavoro, a mio avviso, ha subito, inspiegabili trasferimenti che sicuramente erano sicuramente frutto di una ingiusta attività persecutoria nei suoi confronti che non meritava anche in considerazione del fatto che era portatore di grave disabilità.

Ora l’amico Bruno ha percorso il suo ultimo viaggio forse inconscio del vuoto e dell’amaro in bocca che ha lasciato nella sua famiglia e in noi amici.

Fonte : PositanoNews.it