Festa della Musica a Ravello con il premio “Schola Cantorurm”

0
122

Festa della Musica a Ravello con il premio “Schola Cantorurm” al Duomo – La Costiera…

Festa della Musica a Ravello con il premio “Schola Cantorurm” al Duomo – La Costiera amalfitana quando si parla di musica è Ravello e qui al Duomo si celebra

Lunedì 21 giugno, dalle 19.00, presentazione della seconda edizione del premio “Schola Cantorurm”, che valorizza i cori professionali e amatoriali.

L’organizzazione è a cura dell’associazione Diabolus in Musica con il patrocinio del Comune di Ravello.

Tra gli ospiti attesi, il maestro Silvana Noschese, direttore del coro delle voci bianche del Teatro Verdi Salerno e del Coro Calicanto già vincitore della prima edizione e che si esibirà durante la serata. Altri importanti sorprese e novità sono previste durante il primo evento post pandemia dell’anno a Ravello. Con la direzione dello stesso maestro Colomba Capriglione, docente di direzione e composizione corale al Conservatorio di Frosinone saranno eseguiti madrigali composti dal maestro ed interpretati dai solisti dell’ensemble Diabolus in Musica, con i solisti: il soprano Monia Salvati, il contralto Tonia Lucariello, il tenore Alessio Salvati, la voce recitante Lorenzo Costantini e la pianista Rossella Marcone. Il maestro concertatore è Federico Mileo, il collaboratore è Franco Paluzzi. Ad arricchire l’evento anche i volteggi di danzatori provetti, diretti dal maestro ballerino Luigi Fortunato. Tra gli ospiti c’è il maestro Elsa Evangelista, presidente della giuria tecnica e già direttore del Conservatorio San Pietro Majella di Napoli, che annuncerà il bando internazionale della prossima edizione del Premio Schola Cantorum e che coinvolgerà cori professionali e amatoriali anche provenienti dall’estero.

«Un caso fortuito ma decisamente ricco di suggestioni che la nostra iniziativa, sia come lo scorso anno, uno dei primi eventi culturali nella Città Internazionale della Musica – dichiara il Maestro Colomba Capriglione-. Ringrazio l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Salvatore Di Martino e il parroco Don Angelo Mansi che hanno condiviso la proposta dando, così, un segnale forte verso una rinascita culturale post pandemia».

«L’appuntamento del 21 giugno è un momento di grande impatto non solo culturale, ma soprattutto emozionale. Ancora una volta, infatti, la musica segnerà indelebilmente un nuovo inizio dopo il buio e la paura dei mesi trascorsi. La musica è l’anima di Ravello, è nel tessuto e nel destino della nostra comunità» ha affermato con soddisfazione il sindaco di Ravello, Salvatore Di Martino.

Fonte : PositanoNews.it