Champions -League Klopp vince la sfida con Conçeicao -Cinquina del Liverpool  Porto travolto in casa  

0
104

Prosegue a punteggio pieno il percorso del Liverpool in Champions League. Dopo la vittoria contro…

Prosegue a punteggio pieno il percorso del Liverpool in Champions League. Dopo la vittoria contro il Milan ad Anfield, la squadra di Klopp dilaga allo Stadio Do Dragao contro il Porto di Conceiçao.

La buona notizia per il Porto è che, nella peggiore delle ipotesi, ritroveranno il Liverpool al Dragao solo dai quarti in poi. Buona notizie perché nelle ultime tre visite il Liverpool ha vinto tre volte, segnando quindici gol e subendone appena due. E pure ieri sera i Reds sono stati travolgenti, seppure con la complicità del portiere Diogo Costa, in serata decisamente negativa. “Nonno” Milner rileva l’indisponibile Alexander-Arnold nel ruolo di terzino destro, mentre a centrocampo c’è Jones per l’infortunato Thiago Alcantara. Per il resto è il Liverpool-tipo di questi tempi, con Jota preferito a Firmino e Matip prima scelta davanti al nazionale inglese Gomez e al neoacquisto Konate. I padroni di casa devono rinunciare allo squalificato Mbemba e poi pure al veterano Pepe, che deve dare forfait durante il riscaldamento: al suo posto Fabio Cardoso.

LA PARTITA. Avvio equilibrato, con il Porto che conclude per primo (Luis Diaz, fuori). Poi, una brutta tegola per Sergio Conceiçao. Otavio deve uscire per infortunio, dentro il talentino Fabio Vieira. Subito dopo, di male in peggio per i padroni di casa. Diogo Costa non trattiene la rasoiata di Jones, la sfera sbatte su Zaidu e finisce sui piedi di Salah, appostato a pochi metri dalla porta sguarnita. Uno a zero facile facile. La reazione del Porto non arriva, anzi, è il Liverpool che sembra controllare la gare e creare le occasioni migliori. Allo scadere del primo tempo, Henderson sfodera una velenosa punizione che Diogo Costa in qualche modo manda oltre la traversa. Ma è il preludio del (meritato) raddoppio. Solita azione manovrata da sinistra verso desra, la sfera arriva a Milner che lascia partire un cross rasoterra. Sulla traiettoria della sfera ci sono due difensori e il portiere Diogo Costa, ma tutti e tre riescono a bucare e, appostato sul secondo palo, Mané può tranquillamente ringraziare e indirizzare in porta. Due gol subiti,due gravi errori per il Porto. Padroni di casa intraprendente in avvio di ripresa, ma c’è poco da fare, il Liverpool gioca a velocità e intensità superiore. I cambi di Sergio Conceiçao (tre) servono solo a smorzare il ritmo dei Reds per qualche istante. E al 15′ st arriva il 3 a 0, con lo scatenato Jones che pesca il liberissimo Salah dopo la solita irresistibile azione manovrata. Al 22′ st Klopp effetua un triplo cambio, un modo per dire “game over” anche se in realtà lo era da un pezzo. E, poco più tardi il Porto trova il gol della bandiera con un bel colpo di testa di Taremi che anticipa Gomez su cross di Fabio Vieira. La gioia dura molto poco però perché una sciagurata uscita del povero Diogo Costa viene punita da Firmino che segna il 4 a 1, con il portiere lusitano che cerca disperatamente di recuperare mentre il pallone rotola verso la linea di porta. E nel finale arriva pure il quinto gol, grazie a Firmino, bravo a girare in rete dopo il tiro ribattuto di Jones.

fonte:corrieredellosport

Fonte : PositanoNews.it