Universiadi. Carlotta Ferlito si aggiudica l’oro nel corpo libero. Impazzano le fan sul web

0
69

In queste universiadi 2019 i nostri atleti italiani si stanno facendo valere. Anche Carlotta Ferlito…

In queste universiadi 2019 i nostri atleti italiani si stanno facendo valere. Anche Carlotta Ferlito conquista l’oro in ginnastica artistica. Dopo il bronzo alla trave, anche l’oro in corpo libero.

Ha preceduto sul podio la giapponese Aiko Sugihara e la russa Uliana Perebinosova. E’ la quarta medaglia d’oro per l’Italia nella competizione.

La Ferlito, di origini siciliane, ha un grande seguito sui social. Impazzite le fan. Grandi elogi al palazzetto sportivo di via Argine, dove si sono svolte le finali.

La storia nella storia. Dopo lo storico bronzo a squadre in questa competizione, conquistato con Martina Rizzelli e Lara Mori, grazie a quest’ultima l’Italia di ginnastica artistica femminile mette in bacheca anche un argento nella final eight alla trave.

“La trave non l’ho fatta al meglio ma la ginnastica, e lo sport in generale, è anche questo: cadere ma sapersi rialzare – ha detto Ferlito – . Sapevo di poter vincere e ho fatto del mio meglio. Il pubblico mi ha caricata all’inverosimile. Sono contenta di aver regalato l’oro qui all’Universiade di Napoli. Ci voleva proprio”.

Felicissima per l’argento alla trave anche Lara Mori:”Per me questa medaglia vale molto perchè la trave è sempre stato un mio attrezzo di punta. Altre volte ho commesso qualche errore ma con questo argento di oggi mi sono riscattata”.

Carlotta, ancora una volta si conferma un prodigio della ginnastica artistica: la giovane 24enne infatti, vinse diverse medaglie alle Olimpiadi di Londra 2012. Un vero talento fin da bambina. Le sue prestazioni ginniche sono state raccontate anche nel programma “Ginnaste vite parallele”. La giovane, insieme alle sue compagne di squadra si è allenata per anni a Milano, dove fin da adolescente si è trasferita per seguire il suo sogno. Le gare a cui ha partecipato sono state davvero tante, come gli ori conquistati. Lo scorso anno si è iscritta all’Università di Milano e quest’anno ha partecipato alle Universiadi di Napoli, portando a casa diverse medaglie.

Come sportiva olimpionica, la Ferlito è stata scelta per accendere la fiaccola delle Universiadi.

Insieme a lei tanti sono i ragazzi che si stanno dimostrando motivo di vanto e d’orgoglio della nostra nazionale.

Al PalaUnisa, nel campus di Baronissi, la quarta giornata dedicata alla scherma regala all’Italia l’argento della squadra spada femminile. Le azzurre sono state sconfitte in finale dalla Russia per 45-40 al termine di un match molto equilibrato e deciso nelle battute conclusive. Il terzetto italiano delle spadiste, composto dalla medaglia di bronzo individuale Roberta Marzani, Eleonora De Marchi e Nicol Foietta, ha debuttato nel tabellone dei 16 superando il Giappone per 45-29. Poi le azzurre hanno battuto nei quarti di finale 40-26 l’Ungheria e in semifinale hanno sconfitto la Polonia per 45-36 prima del ko contro le russe. Stop ai quarti di finale, invece, per il team di sciabola maschile composto da Matteo Neri, reduce dal terzo posto individuale, Dario Cavaliere e Alberto Arpino (che ha preso il posto dell’infortunato Francesco D’Armiento).

Medaglia d’argento per Lara Mori nella ginnastica artistica alle Universiadi di Napoli. Il “giglio” di Montevarchi, allenata da Stefania Bucci, con una spettacolare esibizione alla trave ha totalizzato 12.850 punti alle spalle della giapponese Hitomi Hatakeda, medaglia d’oro con 13mila punti. Al terzo posto la russa Uliana Perebinosova (12.800). Dopo il bronzo di squadra per l’artistica femminile con Carlotta Ferlito e Martina Rizzelli, la giovane toscana fa il bis e conquista il podio in un Palavesuvio gremito. “Sono felicissima – ha detto la ginnasta a fine gara – per me questa medaglia vale molto perché la trave è sempre stato un attrezzo dove posso puntare ma si può anche sbagliare. Sono contenta di aver fatto tutte e tre le gare giuste sulla trave e sono davvero soddisfatta”. Termina al quinto posto la gara di Carlotta Ferlito (12.400).

Italia sul podio nei 100 dorso alle Universiadi di Napoli 2019: Silvia Scalia è medaglia di bronzo alle spalle della coppia statunitense Berfoff – 59″ 29, medaglia d’oro e record delle Universiadi – e Haan.Sesto posto invece nellafinale dei 200 farfalla maschili per l’azzurro, Giacomo Carini.

Seconda medaglia di giornata per il nuoto azzurro alle Universiadi Napoli 2019: è l’argento conquistato dalla staffetta femminile 4×200 stile nella gara che ha concluso il programma odierno ala piscina Scandone, gremita di tifosi. Linda Caponi apre nuotando sui tempi del personale 1’58″97, poi Paola Biagioli ( 2’00″48), Alice Antonia Scarabelli (1’58″83), e Sara Ongaro, la più piccola classe ’99 che tocca in 2’01″40, chiudendo il quartetto a 7’59″68. Staccata la Russia al terzo posto (8’03″85) mentre inarrivabili gli Stati Uniti che fanno il vuoto vincendo in 7’53″90.

Quinto posto per Ilaria Cusinato nei 200 misti alle Universiadi di Napoli 2019. La portabandiera azzurra, bronzo nei 400 misti, non si è ripetuta ma si è detta comunque soddisfatta, soprattutto in vista dei mondiali in Corea. “Non stavo cercando la prestazione – le parole della veneta a fine gara – sono comunque molto soddisfatta di come ho gestito la gara. sono ottime indicazioni in vista dei mondiali”. Cusinato ha poi definito “un’esperienza particolare, diversa da tutte le altre, un’esperienza unica” le Universiadi napoletane L’oro nei 200 misti è andato alla britannica Wilson. Mentre nella finale dei 1500 sl donne quinto posto per l’azzurra Tettamanzi.

 

Fonte : PositanoNews.it