Ravello, il giornalista amalfitano Sigismondo Nastri ed i ricordi della festa dei Santi Cosma e Damiano

0
32

Riportiamo il post del giornalista amalfitano Sigismondo Nastri in cui parla della Festa dei Santi…

Riportiamo il post del giornalista amalfitano Sigismondo Nastri in cui parla della Festa dei Santi Cosma e Damiano, celebrati oggi nella città di Ravello: «Oggi, la Chiesa celebra i santi medici Cosma e Damiano. Alla loro festa, a Ravello, andavamo ogni anno, da Amalfi, rigorosamente a piedi. Abitavamo all’inizio della lunga scalinata che dalla valle dei Mulini sale fino a Scala. A Pontone, attraverso un sentiero (‘a ponta ‘e Priece), c’immettevamo sulla strada rotabile. Utilizzavamo, laddove c’erano, delle piccole scorciatoie che ci consentivano di scansare qualche tornante.

Dopo la visita al santuario, aggrappato alla roccia, e affacciato arditamente sul mare, la messa, le rituali invocazioni ai santi, entrambi medici (uno mèreca e n’ato sana, dice il proverbio), c’era l’incontro col parroco, l’indimenticabile don Pantaleone Amato, sempre gentile, simpatico, disponibile, accogliente. Sulla via del ritorno ci fermavamo all’ombra di un un olivo per consumare il pasto, portato da casa: il gattò di patate, bello, sodo, riccamente farcito; o magari la frittata di spaghetti, profumata di basilico, e gli ottimi crocchè fatti da papà. Il tutto accompagnato da un grappolo d’uva e un gradevolissimo vinello paesano. Era la nostra “marenna”: quella che poi è stata ribattezzata, in epoca più recente, con un brutto inglesismo, picnic».

Fonte : PositanoNews.it