Maiori-Tramonti, Sita Sud: ritardi e bus pieni. Disagi anche per l’utenza diretta a Nocera

0
53

I disagi per il trasporto pubblico non riguarda solo i principali collegamenti costieri, con linee…

I disagi per il trasporto pubblico non riguarda solo i principali collegamenti costieri, con linee dirette ad Amalfi, Ravello, Positano o Sorrento. Questa mattina a Maiori, difatti, sono saltate tre corse dirette a Tramonti, mettendo in difficoltà anche l’utenza diretta a Nocera. Tra corse assenti e ritardi dei bus Sita, capita che ad attendere sotto al sole alla fermata di via Capone, ci siano anziani che attendono il mezzo pubblico di turno per rincasare nella vicina Tramonti. Mentre si attende la Sita, inoltre è possibile vedere i pullman diretti ad Amalfi che si svuotano lungo le fermate a Maiori.

Come denunciato oggi dalle segreterie provinciali di Salerno della Filt Cgil e Uiltrasporti (in una nota inviata a Sita Sud, al presidente della Commissione Trasporti Luca Cascone ed al Prefetto di Salerno Francesco Russo), non solo si verificano caos e affollamenti alle fermate tanto quanto il capolinea di Amalfi, ma dato il cumularsi dei ritardi, sugli autobus si va incontro a fenomeni di sovraffollamento, con assenza del distanziamento demandato dai recenti provvedimenti emessi dal Presidente della Giunta Regionale, Vincenzo De Luca.

La situazione a Tramonti

Lo scorso 16 luglio il sindaco di Tramonti, Domenico Amatruda, incontrò il direttore della Sita Sud, Simone Spinosa, segnalando che c’erano poche corse per i cittadini del paese collinare della Costa d’Amalfi, poi seguì una missiva alla Sita Sud e al consigliere regionale Luca Cascone. Quattro settimane fa (il 19 luglio) ci fu una prima integrazione degli orari, solo per quanto riguarda le corse festive. Poi dal 27 luglio ci fu un ulteriore integrazione degli orari delle linee di trasporto pubblico: le criticità che si stanno registrando tra Salerno e Amalfi, come tra Amalfi e Ravello, si evidenziano anche sulle linee che inoltre collegano la Costiera Amalfitana con l’Agro Nocerino Sarnese.

Fonte : PositanoNews.it