LA CASTAGNA: qual è la ricetta più buona? Al via il contest di Vesuvio’s Shadow,

0
23

POSITANONEWS.IT GIORNALE-ONLINE #MADICOSAPARLIAMO LA CASTAGNA: qual’è la ricetta più buona? Al via il contest di…

POSITANONEWS.IT GIORNALE-ONLINE

LA CASTAGNA: qual’è la ricetta più buona?

Al via il contest di Vesuvio’s Shadow, un viaggio tra i sapori e i profumi dell’autunno  con

Teresa Lucianelli

#InsiemeperilTerritorio e Carnevale Princeps Irpino Una sfida a premi aperta a tutti. Per partecipare, basta un commento al post Facebook con foto e descrizione della propria ricetta – dolce o salata – dedicata al tipico prodotto autunnale dei nostri boschi
“LA CASTAGNA”: t’ispira un piatto particolare? …dolce, oppure salato? … e abbinato a quali ingredienti?
Tutti ai forni e ai fornelli per preparare originali ricette dell’autunno boschivo, con il contest nazionale aperto a tutti, promosso da Vesuvio’s Shadow con #InsiemeperilTerritorio e Carnevale Princeps Irpino. A supportare l’iniziativa, l’Azienda agricola irpina di alta qualità “Giovanni Tedesco” specializzata nella produzione di Castagne biologiche IGP di Serino, che omaggerà i vincitori con confezioni premio del suo ricercato prodotto di altissima qualità, conosciuto ed apprezzato dai più fini intenditori.
Al via la sfida a colpi di ricette sul tipico marrone, dal primo piatto, al dessert, pizza e panini inclusi, in cui vincerà l’autore del piatto più gradito al pubblico e alla giuria tecnica.
Per partecipare, basta pubblicare, nei commenti al post principale del contest, sulla pagina facebook del blog Vesuvio’s Shadow, una foto del proprio piatto, (entrée, antipasto, primo, secondo, contorno, predessert, dolce, pizza, panino, ecc ecc), corredata della descrizione.
Condizione indispensabile: tra i principali ingredienti deve esserci
ovviamente la Castagna!
Il contest terminerà alle ore 20,00 del ‪30 novembre 2020‬: quindi, i voti che arriveranno oltre, non verranno ritenuti validi.
Le fotografie delle pietanze, corredate da descrizioni, verranno pubblicate nell’apposito album dedicato al contest, sulla pagina Facebook “Vesuvio’s Shadow”, dove potranno essere visionate da tutti e votate.
Sarà proclamato vincitore colui che conquisterà più like (o reazioni), sommati ai voti (da 1 a 100) degli esperti della qualificata Giuria tecnica formata da specialisti del settore:
Teresa Lucianelli (giornalista professionista enogastronomica); Rosalia Ciorciaro (biologa nutrizionista e docente di Scienze alimentari); Rosario Scavetta (direttore responsabile di New Media Magazine); Valerio Giuseppe Mandile (chef d’eccellenza da location pluristellate e giornalista gastronomico); Ersilia Cacace e Francesca Pace (foodblogger).
Il “Premio della Critica” verrà invece consegnato a chi raggiungerà con la propria specialità il punteggio più alto attribuito complessivamente dai giurati.
Obiettivi del contest: “promuovere le iniziative e le eccellenze della Campania Felix e sollecitare la creatività dei partecipanti al contest, ai forni e ai fornelli, per celebrare l’italianità nel Mondo, attraverso un piatto significativo a base di un ingrediente rappresentativo della tradizione regionale campana”.
Vesuvio’s Shadow, è un seguito blog, nato da un’idea del foodblogger Mario D’Acunzo di Ercolano, città del Vesuviano, in provincia di Napoli, da cui parte questo contest sulla castagna. Fa seguito a quello dedicato alla Pizza, che ha già registrato una significativa adesione da parte di followers distribuiti sull’intero territorio nazionale italiano, che hanno partecipato con originali ricette. Il blog è specializzato nell’eno-food e riporta comunicati, articoli e note, corredati da foto, oltre che strettamente di settore, pure inerenti ad altri argomenti attinenti a campi ad esso vicini e a servizi aggiuntivi. Semplice nell’esposizione, facile da leggere, immediato, è seguito a livello nazionale sia dagli addetti al settore che dagli appassionati del buon mangiare e del buon bere e dai buongustai, come pure da tanti utenti alle prime armi in cucina, animati da costruttivi propositi e armati di tanta buona volontà. Un ausilio pratico e di veloce consultazione, indirizzato a tutti, così come proprio a tutti, senza alcuna esclusione, è aperto questo contest.
#InsiemeperilTerritorio, nota e apprezzata rassegna itinerante enogastronomica, artistica, culturale e scientifica di eccellenza, vanta una Squadra solidale composta da famosi chef, maestri pizzaioli, panificatori e pasticcieri, operatori della migliore ospitalità, stimati produttori, fini sommelier, esperti enogastronomi, illustri medici e biologi nutrizionisti, valenti artisti nel campo della musica, della canzone, del teatro e del cinema, della pittura e della scultura, couturier, art director, hair stylist e make-up artist, ecc.. #InsiemeperilTerritorio è legata a “Salute, Alimentazione e Bellezza: tutto quello che molti non sanno”, altra rassegna in gemellaggio, “ideata per diffondere la cultura del mangiare e del bere buono e sano”.
Entrambe con format originali, sono state create e vengono promosse da svariati anni dalla giornalista professionista Teresa Lucianelli, specializzata nel settore enogastronomico e autrice di migliaia di articoli specifici, special e servizi televisivi.
Il Carnevale Princeps Irpino, riunisce diverse espressioni artistico-culturali storiche carnascialesche del territorio dell’ Irpinia, e promuove la conoscenza di ogni singolo carnevale, evidenziandone l’identità, la specificità e le origini antichissime che lo rendono unico. Tra i suoi obiettivi, preservare la tradizione e allo stesso tempo valorizzarla e diffonderla, anche creando una microeconomia sui territori.
Aderiscono al Carnevale Princeps Irpino:
Zeza di Mercogliano, Mascarata di Serino, Zeza di Capriglia Irpina, rappresentanze del Carnevale di Montemarano e del Carnevale di Castelvetere sul Calore, Ballo O’Ntreccio di Forino, Ballo O’Ntreccio Junior e Majorettes I.C. di Forino, Laccio d’Amore e Quadriglia Lauretana, Fonte Nova Folk, Quadriglia I.C. Benedetto Croce, ‘E Picciapagliari con Quadriglia di Marzano, Quadriglia e Laccio d’Amore di Quindici, Quadriglia e N’Trezz di Pago, Borgo Carnevale ‘A Zeza co’ ‘Ntreccio, Borgo di Montoro, La Fanfara di Santa Lucia di Serino, curata dalla Pro loco di Santa Lucia.
Queste distintive espressioni territoriali rappresentano e testimoniano, nell’unione e nel rispetto reciproco delle proprie individualità, con l’aggregante direzione artistica di Roberto D’Agnese, lo straordinario patrimonio artistico-culturale del Carnevale irpino, altamente rappresentativo delle eccellenti peculiarità della Campania.
Per info:
vesuvioshadow.redazione@gmail.com

Fonte : PositanoNews.it