Il Sorrento impatta in superiorità numerica

0
22

I costieri contro la Nocerina vanno in svantaggio, pareggiano, ribaltano ma poi si fanno raggiungere…

I costieri contro la Nocerina vanno in svantaggio, pareggiano, ribaltano ma poi si fanno raggiungere ed alla fine ritorna la parità numerica e rischiano la sconfitta

 L'immagine può contenere: una o più persone, persone che praticano sport e spazio all'aperto

Sorrento – Il Sorrento non riesce a sfruttare la superiorità numerica e nel derby campano tutto rossonero con la Nocerina, pareggia.

I costieri contro i molossi vanno in svantaggio con l’uomo in più, pareggiano, ribaltano ma poi si fanno raggiungere ed alla fine ritorna la parità numerica e rischiano la sconfitta.

La sintesi di un derby che mancava dal campionato di Eccellenza 2015/16, già i molossi devono fare a meno dopo solo quattro minuti di De Siena perché viene espulso, sembrano non risentirne molto poiché aggressivi sull’uomo e fanno muro davanti a Leone, ex Sorrento.

I costieri hanno qualche difficoltà per entrare in area molossa, però la manovra è lenta e non incisiva, ma quando riescono ad aggirare gli avversari specie sulla fascia sinistra con Herrera e Masullo, sono pericolosi ma alla fine si perdono nei metri finali. Le quattro reti sono da stimolo per entrambe: per i sorrentini che si svegliano e dapprima impattano e poi ribaltano sfruttando la superiorità numerica, ma alla fine si fanno infilare come polli, come ha detto in sala stampa mister Maiuri.

Sono da stimolo per la squadra dell’agro perché nonostante l’uomo in meno sono furbi a prendersi il fallo in area ed a realizzare il rigore che da il vantaggio, subiscono il ribaltone sorrentino ma poi sono ben efficaci a sfruttare la palla lunga in area che da il pareggio.

L'immagine può contenere: spazio all'aperto

Le reti – La prima marcatura al 24’ del primo tempo nasce da un fallo in area commesso da De Rosa che atterra Sorgente, dagli undici metri Tshibamba se lo fa parare ma poi si avventa subito sulla sfera ed insacca. La seconda arriva al 38’ da una punizione decentrata battuta da Bonanno dalla destra, palla tesa e forte che non lascia scampo all’ex Leone.

La terza segnatura, al 10’ del secondo tempo, è quella che ribalta ed è opera della testa di Cacace da pochi passi, nasce dalla punizione battuta da Herrera dalla sinistra. La quarta e definitiva rete arriva al 14’ con Sorgente che non ben francobollato dal suo marcatore fredda sul primo palo Scarano.

La gara – Il Sorrento veniva da due vittorie consecutive e voleva continuare nella scia positiva, almeno con una vittoria, mentre la Nocerina da una cocente sconfitta casalinga, e voleva riscattarsi, alla fine ne è uscito un pareggio che fa continuare la scia positiva per i costieri, anche se con rammarico. Mentre va bene ai molossi che con l’uomo in meno stavano quasi per capitolare, poi con il ritorno alla parità numerica hanno rischiato di vincere, ma alla fine va bene così.

La gara osserva un primo di silenzio per la scomparsa del presidente del Sassuolo Squinzi, poi avviene subito al 4’ l’espulsione di De Siena per un colpo antisportivo verso un avversario, la Nocerina sembra non risentirne e macina bene ed arriva al vantaggio al 24’ con Tshibamba.

I rossoneri della penisola sono sfasati ma tentano qualcosa senza riuscirvi, quelli dell’agro sono aggressivi sull’uomo, poi devono subire lo svegliarsi del Sorrento che arrivava al pareggio al 38’ con Bonanno.

L'immagine può contenere: stadio e spazio all'aperto

La prima frazione si chiude al 41’ con la sfera di Gargiulo che viene sventata in corner dall’estremo nocerino a pugni.

Il Sorrento esce dagli spogliatoi ben determinato, cambia marcia ed all’8’ Vitale imbecca sotto porta Gargliulo che non arriva per poco all’appuntamento con la sfera, poi ribalta con Cacace al 10’, ma al 13’ il diagonale rasoterra di Bonanno sfila fuori di due metri. La Nocerina arriva al pareggio al 14’ con Sorgente, la punizione al 19’ di Bonanno, da 25 metri circa, a fil di traversa e smanacciata da Leone in corner, e da esso la sfera debole di Cacace è parata.

Il Sorrento è evanescente nei metri finali, la Nocerina fa muro davanti al suo portiere e cerca di sfruttare le ripartenze.

Verso finale di partita accade di tutto: il rasoterra parato al 30’ di Bozzaotre, al 31’ la spinta su Cacace che cade in area e si grida al rigore ma l’arbitro sorvola, l’espulsione al 39’ di Cacace per doppia ammonizione, e per chiudere al 40’ il diagonale di Carrotta che sfiora il palo.

L'immagine può contenere: una o più persone e spazio all'aperto

Novantunesimo – A mister Maiuri, ex di turno perché ha allenato i molossi nel campionato di Eccellenza 2015/16, non va giù la seconda rete perché presa come dei polli, però il Sorrento poteva fare di più. Costruita una grande mole di gioco, tanti palloni messi in area ma la cattiveria è mancata.

L’intervista intera su: https://www.facebook.com/messages/t/giuseppe.spasiano.10

Sul versante nocerino a mister Di Costanzo va bene il pari anche perché l’espulsione ha fatto giocare la sua squadra per quasi tutta la gara in inferiorità numerica, ed elogia i suoi per come si sono comportati. Ci poteva scappare la vittoria ma il pari va bene e fa sperare per il futuro.

L’intervista intera su: https://www.facebook.com/messages/t/giuseppe.spasiano.10.

Tra sette giorni i costieri saranno di scena sul campo del Casarano reduce dalla vittoria esterna contro il Grumentum Val D’Agri, mister Maiuri dovrà fare di virtù necessità a causa degli infortunati e degli squalificati, ma forse ci vorrebbe qualcos’altro in avanti? Lo vedranno la società e l’allenatore. Da martedì testa alla trasferta non facile in Puglia, per recuperare il terreno perso.

Le foto a corredo dell’articolo sono di Giuseppe Spasiano

CAMPIONATO SERIE D 2019/20 – GIRONE H – 6^ GIORNATA

SORRENTO – NOCERINA  2-2

Goals: pt – 24’ Tshibamba (N, rig), 38’ Bonanno (S); ST – 10’ Cacace (S), 14’ Sorgente (N).

Sorrento (4-4-2): Scarano; Peluzzi, Cacace, Fusco (17’st Vodopivec), Masullo; Vitale (22’st Bozzaotre), De Rosa, La Monica (17’st D’Alterio), Herrera (35’st Cassata); Gargiulo, Bonanno.

A disp: Semertzidis, Cesarano, Esposito, Cinque, Starita.  Allen: Vincenzo Maiuri.

NOCERINA (4-3-3): Leone; Romano, Campanella, Mannone, De Siena; Carrotta (43’st Lava), Mincione, Luirini (27’st Ciampi); Sorgente (36’st Corcione), Tshibaba, Poziello.

A disp: Scolavino, Matrone, Pisani, Messina, Festa, Carrafiello.   Allen: Cuono Di Costanzo.

Arbitro: Daniele Giuseppe Cannata di Faenza.

Assistenti: Giuseppe Lipari e Giuseppe Cucinotta di Brescia.

Espulsi: 4’pt De Siena (N) per un colpo antisportivo all’avversario, 39’st Cacace (S) per doppia ammonizione.

Ammoniti: pt – 20’ Fusco (S), 36’ De Rosa (S), 38’ Luirini (N); st – 19’ Campanella (N), 38’ Corcione (N).

Note: giornata nuvolosa, 24°; erba artificiale ottima; spettatori 680 circa (200 circa da Nocera Inferiore).

Angoli: 8-4.  Recupero: 1’pt e 5’ st.

GiSpa

 

Fonte : PositanoNews.it