Calcio, Juve Stabia – Niccolò Romero in conferenza stampa

0
34

Nel pomeriggio di oggi, allo stadio Menti di Castellammare, si è presentato Niccolò Romero, neo…

Nel pomeriggio di oggi, allo stadio Menti di Castellammare, si è presentato Niccolò Romero, neo acquisto delle Vespe che ha così risposto alle varie domande fattegli: “I tifosi e la piazza vogliono fare un campionato importante, come merita la Juve Stabia. La mia scelta è stata fondata su questo. Mi auguro di raggiungere ottimi risultati, anche se sarà complicato viste le difficoltà di questo campionato. La scelta di venire qui a Castellammare è stata tranquilla e immediata. Vogliamo fare una stagione di vertice. Mi è stata prospettata la possibilità di poter vincere il campionato quando sono arrivato, ma ci sarà sicuramente da faticare. Io come Corona? Spero di fare la metà di quello che ha fatto in carriera. Come calciatore mi ispiro a modelli simili, soprattutto da un punto di vista fisico. Voglio dimostrare però di avere anche i “piedi buoni” e di essere un giocatore che dà manovra alla squadra. Da Francesco Forte mi piace imparare ogni volta qualcosa di nuovo in allenamento. E’ sicuramente un calciatore molto forte, di un altro livello. Mi piacerebbe che restasse qui a dare una mano. Abbiamo caratteristiche diverse, possiamo giocare anche insieme. Sotto questo punto di vista però subentrano questioni societarie e di mercato. Io so fare il mio e spero di poterlo dimostrare al meglio. Padalino è un allenatore molto preparato al quale piace spiegare i propri principi di gioco e le proprie idee. E’ una prova del fatto che la Juve Stabia quest’anno non scherza. Ho accettato l’offerta della Juve Stabia anche perché sulla panchina siede un allenatore forte e dal curriculum importante. Girone C? Sono entusiasta di essere qui al Sud. Il calcio è calcio, a prescindere dal girone. Qui al sud ci sono sicuramente piazze più calde, l’importante è far bene. Ci alleniamo come matti ogni giorno. Vogliamo arrivare pronti al primo appuntamento stagionale. Da mercoledì vogliamo misurare le nostre potenzialità”.

Fonte : PositanoNews.it