Auto incendiate a Ravello: i motivi sarebbero legati a screzi di natura familiare

0
21

Ravello. Come raccontato da Positanonews, un incendio doloso ha sconvolto l’altra notte la città della…

Ravello. Come raccontato da Positanonews, un incendio doloso ha sconvolto l’altra notte la città della musica. Vanno a fuoco tre veicoli, di proprietà di una coppia di residenti: l’uomo lavora presso l’Ente Provinciale per il Turismo a Salerno. I motivi sarebbero legati a screzi di natura familiare. Un episodio su cui proseguono gli accertamenti delle forze dell’ordine, quello avvenuto nella nottata di sabato, in via San Trifone nella parte alta di Ravello. In quel momento, erano parcheggiate all’interno di uno spiazzo privato due autovetture (una Smart e una Fiat 500) e uno scooter, tutte dello stesso nucleo familiare.

Erano circa le 2 a cavallo tra sabato e ieri, quando all’improvviso è divampato un rogo che ha avvolto i mezzi in sosta. In men che non si dica è scattato l’allarme e sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco del distaccamento di Maiori, che si sono messi all’opera per circoscrivere ed estinguere l’incendio, riuscendoci non prima che le lingue di fuoco devastassero i veicoli. Una volta messa in sicurezza la zona, sono partite le indagini, svolte dai carabinieri della stazione di Ravello con il coordinamento del comandante Umberto D’Angelantonio, della Compagnia di Amalfi. Gli inquirenti non hanno escluso alcuna pista, anche se dal primo momento è stato forte il sospetto che il rogo fosse stato appiccato in maniera dolosa.

Ravello, auto incendiate nel corso di questa notte

Come si legge sulla Città di Salerno, militari hanno ascoltato la testimonianza della coppia, un uomo e una donna di 40 anni di Ravello. Si tratta di due persone stimate in tutto il paese. In base alle informazioni raccolte, c’è l’ipotesi che l’episodio sia collegato a una diatriba tra parenti, a sua volta riconducibile ad alcuni abusi edilizi e lavori non effettuati nel rispetto della normativa. Ulteriori particolari sono tuttora al vaglio degli investigatori, che valuteranno eventuali provvedimenti in caso di conferma della matrice dolosa. Il danno per la coppia è considerevole, in quanto tutti e tre i mezzi andati a fuoco sono destinato allo scasso.

Nei confronti della coppia è partita una vera e propria gara di solidarietà in tutta Ravello, da parte dei tanti che li conoscono e stimano. Una vicinanza che non si è concretizzata solo nei tanti messaggi di solidarietà per il grave gesto di cui sono stati destinatari, ma anche nell’offerta di un aiuto e di un sostegno per superare le difficoltà dovute alla perdita dei veicoli incendiati. L’unico aspetto confortante in una vicenda i cui aspetti andranno approfonditi nelle opportune sedi.

Fonte : PositanoNews.it