A Ravello Oncologi di fama internazionale ospiti della Fondazione Pascale

0
983

Anteprima Ravellese: in occasione del 160° anniversario della nascita del fondatore, la Fondazione Pascale ha riunito a Ravello oncologi internazionali per celebrare l’importante ricorrenza.

Sono a Ravello oncologi internazionali ospiti della Fondazione Pascale per celebrare l’importante anniversario dei 160 anni dalla nascita del fondatore, ieri sera un momento conviviale nella Città della Musica.

Dalla Colombia, Brasile, Russia, Cile con gli studiosi di maggiore prestigio insieme a studiosi italiani capeggiati dal direttore generale del Pascale Attilio Bianchi, sono stati a Ravello per offrire ai graditi ospiti uno spaccato di cultura, musica e paesaggio

Hanno assistito ad un concerto a Villa Rufolo e al termine si sono esibiti insieme al pianoforte Attilio Bianchi e il direttore dell’istituto oncologico Barese Giovanni Paolo II dr. Delvino per un convivio di simpatia. Immancabile pizza da Salvatore e tanta allegria. Al fianco del direttore Bianchi alcune delle punte di diamante del Pascale: Paolo Muto, Franco Ionna, Michelino De Laurentiis, Franco Buonaguro. Il direttore di Villa Rufolo, dr Secondo Amalfitano, ha fatto gli onori di casa.

L’Istituto Nazionale Tumori IRCCS di Napoli Fondazione “G. Pascale” celebrerà il 160° anniversario di nascita del suo fondatore, il Senatore Giovanni Pascale, organizzando un seminario internazionale dal titolo “Advances in Oncology – Progressi in Oncologia”, che si svolgerà nelle giornate del 14 e del 15 maggio a partire dalle ore 11.00 nella Sala Consiglio della Sede del Congresso dell’Istituto.

L’incontro metterà in luce le caratteristiche e le innovazioni dell’Istituto nelle aree tematiche principali dell’oncologia: Chirurgia, Radioterapia, Oncologia Medica e Ricerca Traslazionale. In particolare saranno illustrati i risultati più recenti ottenuti nel campo dell’immunoterapia, incluso l’immunoterapia adottiva, i vaccini terapeutici anti-cancro e gli inibitori dei check point immunitari, con il supporto dell’imaging molecolare (immunoscore) e radiologico (PET). Inoltre, i rappresentanti delle Istituzioni con le quali sono state siglate recenti collaborazioni scientifiche internazionali presenteranno i programmi avviati. All’incontro parteciperanno in qualità di relatori più di quaranta specialisti del settore di diversa nazionalità.

Fonte : PositanoNews.it